Archivi tag: nostalgia

Rossella Falk su “La locandiera”

Rossella Falk

Rossella Falk
Roma: 10 novembre 1926 + 5 maggio 2013

Sentito profondamente «il ricordo della grandissima signora del teatro italiano, Rossella Falk» – “Quegli occhi più occhi di così” – pubblicato da Silvia Montanari sul suo suggestivo blog “La Locandiera .

Un blog, quello di Silvia, dedicato alla Roma… si potrebbe dire “che non c’è più” – se non fosse che a respirarla profondamente la si percepisce, con nostalgia, nelle strade e tra le persone: malgrado spesso facciano di tutto per negligerla, per tradirla, per dimenticarla e dimenticarsi.

Dal blog "La Locandiera"

Dal blog “La Locandiera”

Non la smarrisce né si smarrisce Silvia, però: che con spirito fine e più raffinato – e un bagaglio di studi e sentire non indifferente, in specie, e non solo, sul Teatro e la sua storia – sa fare da ospite e da guida intellettuale nel difficile, non puntiforme, ‘momento di trapasso’: non è un caso, quel nome, “la locandiera”.

Siamo dunque condotti noi ospiti, dall’ospite e ispiratrice e guida e comes suscitati e accompagnati, nella sapiente, dosata evocazione del passato, tra fatti e atteggiamenti e avventure culturali e di costume, tra una cartolina e una fotografia, un diario di viaggio (di Dickens!) e un biglietto

Dal blog La locandiera

Dal blog La locandiera

d’invito vergato a mano (di Eleonora Duse!), da una memoria (di Flaubert…) a una battuta al fulmicotone (di Petrolini), da una lettera di Ungaretti a una di Pasolini – e tanto altro – , a una lettera d’amore (…di due sconosciuti) in un’involontaria, così inedita, “macchina del tempo” (il Colosseo): macchina del tempo esso stesso, questo suo blog, fantastico, viaggio alla riscoperta dell’immaginario comune e in esso della storia della nostra cultura.

Ed ecco che dalle sue pagine rivive il Pirandello giovane studente ma già consapevole del ‘crollo’ sociopolitico che avrebbe infisso ne I vecchi e i giovani; la magia e l’allucinazione della [sua] «gioia di esserci», a Roma – ma al contempo la Roma acquasantiera e portacenere, nel non facile rapporto con la

Dal blog La locandiera

Dal blog La locandiera

Città e l’Italia: di lui, “viaggiatore senza bagaglio” in Europa e nel mondo, che poi a Roma si spense insalutato. Ma, come dai suoi libri, traspira ancora dai libri suoi, del suo studio, che anch’esso ci si schiude nel blog.

Tra le pagine de La locandiera, emozionati viviamo con lui il primo incontro con la grande attrice Marta Abba -anch’ella negletta-;  e insieme con lei, con lui, compunti diamo l’ultimo saluto ad un’altra attrice, che di Pirandello fu sensibile, intelligente, profonda –insostituibile– interprete: Rossella Falk.

«Grazie, Rossella».

E… grazie, Silvia.

Et quod sequitur

Maria Amici


Tra gioia e dolore…

‎… la gustosa fase di ..‘imbecillimento’ di un nonno illustre, un’eccezione in epistolari segnati dalla sofferenza e dal ‘male di vivere’.

Pirandello con la nipote Maria Antonietta, Ninnì, tra il 1920 e il 1922 - This photograph is in the public domain in Italy, L.633:1941

“..La pupina cresce a vista d’occhio, grassottella e vivace.

Somiglia molto a Stenù piccolo;

ha gli stessi occhi turchini intensi, ma con due vispi puntini di luce; e già a un mese e qualche giorno comincia a far qualche smorfietta con la bocca che si può interpretare come un sorrisino.

  Sorrisini veri, sorrisini di qualità, sorrisini di chi sa il fatto suo, sono quelli di Manolo, non confondiamo, ormai vecchio d’esperienza, a otto mesi sonati, che certe pupine alte come un soldo di cacio, puh! appena appena con la coda dell’occhio le vogliamo guadare, passando, e dall’alto in basso.

Manolo Aguirre Pirandello, primogenito di Lietta (1922+1925). Photo in public domain

  Ma qua la pupina dice che, femminuccia com’è, quando lo vedrà, se lui vorrà far lo sdegnoso, farà la sdegnosa anche lei, e ci riuscirà meglio, femminuccia com’è!

  Allora Nonno persuaderà Manolo che con le femminucce è meglio non mettercisi, perché nascono sempre, in certe cose, più vecchie dei maschietti.
– Datevi la manina; datevi un bel bacino; e non ne parliamo più. – 

  Manolo son sicuro che m’ubbidirà.
Caro Manolo mio, che ci vuoi fare? Femminucce, si dànno le arie: bisogna compatirle. Accavalciamo una gamba, e mettiamoci a pensare ad altro. Hai letto che belle notizie portano oggi i giornali? No, la pipa ancora no; ti farò un rotolino di carta e così farai vedere alla pipetta che tu sai già fumare e leggere il giornale. Credi che questo al tuo amor proprio maschile può bastare…”

“…Lillinetta mia, ti dò un saggio di come il vecchio papà tuo è disposto a imbecillirsi coi suoi nipotini. Ma ci vuole presto qua la mia Lillinetta col mio piccolo Manolo; se no il giuoco non si può fare. Quando sarà?..”

  Chi scrive – e spontaneamente ‘drammatizza’, in una divertita ‘messa in scena’, in pochi tratti – è Luigi Pirandello, in una lettera del 1923 alla figlia Lietta in Cile: uno spiraglio di gioia, in una lettera peraltro intrisa di nostalgia profonda e senso della perdita, che difficilmente sa trovare spiegazione a se stessa e non si dà requie.

  La “pupina” è Maria Antonietta, la figlia neonata del figlio Stefano e della moglie Olinda Labroca, fine musicista; Manolo è il cuginetto maggiore, figlio di Lietta e Manuel Aguirre Humeres, nato nel 1922.

  Maria Antonietta, “Ninnì”, fu tra i prediletti del nonno; non meno il cuginetto, segnato dai postumi di un parto dagli esiti tragici e da essi purtroppo morto in tenerissima età.

Aurelio De Felice, bustino in bronzo che ritrae Ninì (Maria Antonietta) Pirandello, 1942

 Anche Ninì Pirandello – come fu nota da adulta, gallerista e ispiratrice d’artisti – morì precocemente, nel 1971.  Aurelio De Felice la immortalò in un bustino in bronzo del 1942; a lei, post mortem, furono dedicati gli intriganti “Nini’s paintings” di Cy Twombly, tentativo arduo di esprimere su tela quel “dolore della perdita” che non ha nome né sa trovare parole né segni.

Maria Amici

“Nini’s paintings”, Cy Twombly, 1971 - Images in lowest resolution, used for illustrative purposes only“Nini’s paintings”, Cy Twombly, 1971 - Images in lowest resolution, used for illustrative purposes only

“Nini’s paintings”, Cy Twombly, 1971 - Images in lowest resolution, used for illustrative purposes only

“Nini’s paintings”, Cy Twombly, 1971 - Images in lowest resolution, used for illustrative purposes only“Nini’s paintings”, Cy Twombly, 1971 - Images in lowest resolution, used for illustrative purposes only


Emeroteca Maurolico Messina

Emeroteca del Liceo Classico "Maurolico" di Messina

Giovanni Pistolato

Blog letterario

Oggi nella Storia

"Oggi nella Storia" è un almanacco storico. Ogni giorno, scorrendo il calendario all'indietro, l'appuntamento con un avvenimento del passato.

Nephelai

........................... phrontisterion sospeso di MARIA AMICI

Andrea Amici

Musica e scrittura nel labirinto della conoscenza umana

Il Blog di SanPaoloStore

Il Blog Ufficiale di San Paolo Store. Trovi recensioni e consigli su libri italiani, libri religiosi, libri per bambini, film in dvd e musica , oggetti sacri e articoli religiosi disponibili all'acquisto su SanPaolostore.it

Profumo d'antan

........................... phrontisterion sospeso di MARIA AMICI

LA LOCANDIERA

........................... phrontisterion sospeso di MARIA AMICI

Andrea Amici

........................... phrontisterion sospeso di MARIA AMICI

Rita Charbonnier

........................... phrontisterion sospeso di MARIA AMICI

EXISTENCE !!

le blog de philosophie imprévisible de Jean-Paul Galibert